scarica il nostro logo come contattarci
  • Gallery

  • Gallery

Newsletter
Email
News

Dialoghi sull'innovazione al podere San Bernardino

10-09-2018
 
Sabato 15 settembre alle ore 18 presso il podere di...

Bando di ammissione di team con idee imprenditoriali innovative nel Contamination Lab di Faenza

10-08-2018
 
E' stato emesso in data odierna il bando in oggetto...

Dettaglio

CERAMICS NOW - 60° PREMIO FAENZA


 
 Una biennale della ceramica contemporanea internazionale a Faenza. La Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza come sempre al fianco del MIC, massima istituzione e luogo di cultura della città di Faenza che l’Unesco ha definito “… espressione dell’arte ceramica nel mondo”.

 
Si ripete anche per l’edizione 2018 l’oramai tradizionale sostegno della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza allo storico Concorso Internazionale della Ceramica d’arte contemporanea – Premio Faenza che quest’anno, come edizione straordinaria per celebrare i suoi 80 anni – per 60 edizioni –  assume il nome di:
“Ceramics Now”: 80 anni di ceramica internazionale a Faenza
La prima edizione nazionale fu realizzata nel 1938 e dal 1964 divenne internazionale. Il concorso, tra i più riconosciuti al mondo, è stato fondamentale per traghettare il pubblico e il mondo dell’arte dalla concezione di ceramica come materia esclusivamente artigianale a materia “alta” per la scultura d’arte. Sin dal suo esordio, l’iniziativa è stato accompagnata dal sostegno della Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza e, successivamente, della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, che della banca rappresenta la continuazione ideale e storica.
Nel corso degli anni il Concorso ha visto come protagonisti artisti significativi fra i quali si ricordano Lucio Fontana, Leoncillo Leonardi, Angelo Biancini, Guido Gambone, Pietro Melandri, Carlo Zauli, Eduard Chapallaz, Sueharu Fukami.
L’edizione del 2018 è una grande Biennale della Ceramica Contemporanea Internazionale, ad invito, curata da critici d’arte internazionali, che dal 30 giugno al 7 ottobre 2018 a Faenza presso il Museo Internazionale delle Ceramiche vedrà esposte le ricerche d’arte contemporanea più innovative di Maestri internazionalmente affermati e di giovani riconosciuti come “talenti”.
I 17 curatori coinvolti hanno selezionato 56 artisti di fama internazionale per mappare lo stato dell’arte ceramica internazionale oggi. Non solo scultura ma anche, e soprattutto, progetti installativi e performativi saranno i veri protagonisti di questa esposizione.
“Il progetto che ha portato a questa mostra è stato condiviso da diversi anni con critici e artisti, sulla base delle esperienze internazionali di competizioni ed esposizioni. – spiega la direttrice del MIC Claudia Casali -  Per celebrare questo importante traguardo non volevamo una semplice competizione ma abbiamo inteso fermarci a riflettere sul significato, oggi, della ricerca scultorea ceramica. Come ho più volte sottolineato, in questi ultimi quindici anni la ceramica sta vivendo importanti risultati e sta raggiungendo significativi traguardi. Soprattutto le nuove generazioni stanno avviando percorsi di ricerca misti e contaminati tra linguaggi contemporanei differenti. È questa la dimensione che dobbiamo valorizzare con il nostro impegno e le nostre attività espositive”.
“È un grande onore - afferma la presidente della Fondazione Giulia Ruta -  rinnovare il sostegno della Fondazione a questa prestigiosa iniziativa che conferma la sua vivacità e crescente portata culturale: contaminazione di linguaggi, sperimentazione di tecniche, crescente respiro internazionale. Una risorsa preziosa per il sistema ceramico faentino che rafforza la sua vocazione “ballardiniana”: arte, cultura, artigianato artistico, ma anche alta formazione, ricerca scientifica e impresa innovativa”.